mercoledì 4 aprile 2012

Torta di pane ticinese




Ci sono ricette che si tramandano tra famigliari o conoscenti.
Questa è una di esse.

 click sulle immagini per ingrandirle

La ricetta mi era stata data dal mio papà che a sua volta l'aveva ricevuto da
una conoscente, che avendo riscosso successo con la sua versione
aveva deciso di scriverla, stamparla e condividerla.
Ho semplificato la scrittura della ricetta originale
mantenendo le proporzioni degli ingredienti.

Questa torta è tanto brutta quanto buona, chi la conosce sa di cosa parlo.. 
e da voi si usa fare la torta di pane???


Ingredienti:
per uno stampo a cerniera apribile di cm 24 di diametro

350 gr. di pane raffermo 
(ho usato pane bianco, semibianco e con semi ma credo vadano bene diverse qualità)
100 gr. uvetta
100 gr. pinoli
100 gr. mandorle a fiammifero
mezza confezione di cedro candito
la buccia di mezzo limone tritata
2 uova
100 gr. di amaretti secchi sbriciolati
1 tubetto di latte condensato dolce (ca. 200 gr.)
cacao amaro (1 cucchiaio o più, a piacimento)
zucchero 2 cucchiai
1 bustina zucchero vanigliato
1 pizzico di cannella
1 pizzico di sale
grappa a piacimento


Preparazione:

Tagliare il pane raffermo e metterlo a bagno in acqua durante una notte intera (almeno mezza giornata).
Mettere a mollo uvetta, pinoli e mandorle (mezz'ora prima di impastare), lasciando da parte alcuni pinoli per la decorazione.
Con le mani, strizzare il pane e spezzettarlo.
Sbriciolare gli amaretti col mattarello.
Mescolare le uova.

Unire al pane ridotto in pappa gli ingredienti, nell'ordine:
-uova, latte condensato, cacao, zucchero, zucchero vanigliato, amaretti sbriciolati,cannella, sale;
-uvetta, pinoli, mandorle, cedro, scorza di limone
-profumare con grappa se gradito

Lasciare riposare l'impasto una mezza giornata (ho fatto 2 ore).

Preriscaldare il forno a 200 gradi centigradi.
Imburrare lo stampo o foderare con carta da cucina.
Distribuire l'impasto, dopo averlo mescolato un'ultima volta.
Infornare e cuocere a 180-200 gradi nel ripiano inferiore del forno.

Ho cotto a 180 gradi per 75 minuti, fatto prova stecchino e ancora 10 minuti. 
Regolatevi in base al vostro forno.

Questa torta si conserva alcuni giorni in frigorifero.
A noi piace ancora di più il giorno seguente alla cottura.



Ringrazio Anna per avermi gentilmente omaggiata di questo premio:

38 commenti:

  1. mmm che bontà, ha un aspetto delizioso.
    Un bacione.
    Miky

    RispondiElimina
  2. Bellissima la prima foto in cima! Complimenti.
    Un carissimo saluto
    Mimi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Miriam, grazie tante, e si, la prima è anche la mia preferita!!! :-) cari saluti a te

      Elimina
  3. Non la conoscevo questa ricetta.. immagino che sia buonissima!!da provare :)

    RispondiElimina
  4. Io cerco sempre ricette per riciclare il pane: questa mi sembra stupenda, grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sandra, in effetti è proprio per il riciclo del pane avanzato che è nata questa ricetta!! ciao ciao

      Elimina
  5. Dagli ingredienti sembra ottima!
    Cinzia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Cinzia! grazie mille, eh se potessi te ne farei assaggiare un pò!

      Elimina
  6. Conosco diverse versioni di questa torta, ma non l'ho mai provata, ti credo culla parola, se dici che è bipna so di poter andare sul sicuro.

    Bellissimo il nuovo aspetto del blog, molto etereo e primaverile!!

    buona settimana

    loredana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Loredana, grazie mille! se la provi, fammi sapere :-)
      sono contenta che la veste primaverile del blog ti piaccia. Non sono riuscita a farla con una mia foto e mi sono accontentata di un template di blogspot..
      buona settimana a te!

      Elimina
  7. Non ho mai mangiato pane ticinese, ma osservando le immagini mi sembra che sia ottimo!! buona giornata...ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Giancarlo, ho copiato il titolo dalla ricetta originale, ma sarebbe "torta ticinese di pane" ossia con qualsiasi tipo di pane (ho usato un misto di bianco, semi bianco e semi).
      grazie per il commento!

      Elimina
  8. Mi attira assomiglia ad un dolce della mia infanzia Buona Pasqua

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Edvige, mi sa che in diverse tradizioni troviamo qualcosa simile! grazie per la tua visita!

      Elimina
  9. Ma non è brutta dai! Povera...squisita! Un bacione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Tinny, si è di origini povere, quando i pinoli si raccoglievano dalle pigne nei parchi. La faceva simile già mia nonna.
      Un bacione a te!

      Elimina
  10. dev'essere buonissimaaaaaa!!!! :D
    una volta mi sa che ne ho mangiata una simile!!!

    My photoblog: www.photographyforpassion.blogspot.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Barbara, eh si siamo quasi vicine di casa, ci sarà anche da te :-) grazie per la visita!

      Elimina
  11. No, dai non è per niente brutta, anzi, la prima foto le dà un tocco di nuovelle chic :-)
    E poi, si capisce che è BONO!
    vaty

    RispondiElimina
  12. mmmh...io non l'ho mai mangiata!!! da provare!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Raffaella, grazie!! mi fa piacere sapere come ti viene se la provi !!

      Elimina
  13. E' davvero deliziosa, mi piacciono molto le ricette di recupero.
    Da noi a Napoli, col pane raffermo si fanno le polpette di pane.
    Un bacione e tanti cari auguri di buona Pasqua!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Giovanna, sono interessanti anche le polpette di pane, ho rivisto le tue in versione salata! grazie per la tua visita, buona Pasqua a te!

      Elimina
  14. Che meravigliosa ricetta!
    Ti auguro una santa pasqua!
    Léia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Léia, grazie mille!! Buona Pasqua pure a te!

      Elimina
  15. Sounds quite delicious! I really like the composition of the first photo! Have a great weekend!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hallo Tammy, thank you very much, glad you like it! have a wonderful Easter weekend!

      Elimina
  16. buona questa torta di pane, da provare assolutamente, Buona Pasqua, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Silvia, grazie e buona Pasqua a te! Se provi la ricetta mi fa molto piacere!! :-)

      Elimina
  17. Intanto complimenti per il premio! e poi questo dolce ha un aria così buona da volerla mangiare! Brava! Buona Pasqua a te e alla tua famiglia! : )

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Cristina, contraccambio i tuoi auguri e ti ringrazio per il tuo commento :-)

      Elimina
  18. Looks great!
    Thank you for the recipe!
    Congratulations for the prize!
    I wish you a Happy Easter!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hallo Magda, thank you very much! happy Easter to you :-)

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...